Vittoria di De Cecco-Campeis al Rally Majano 2015

DE CECCO E CAMPEIS VINCONO IL RALLY DI MAJANO A BORDO DELLA CITROEN DS3 R5

ESORDIO DA INCORNICIARE PER SIVILOTTI – COLETTI SULLA PEUGEOT 208 R2B

Friulmotor era presente all’8° Rally di Majano con l’equipaggio De Cecco – Campeis sulla Citroen Ds3 R5 e con Mattia Sivilotti che, navigato da Giuliano Coletti, ha esordito a bordo della Peugeot 208 R2B. Entrambe le vetture si sono dimostrate all’altezza del loro computo: assecondare De Cecco nella rincorsa alla vittoria la Ds3 R5, permettere all’esordiente Sivilotti di divertirsi e godersi appieno la prima gara della vita la 208 R2B.

Gli ingredienti del Majano per De Cecco sono stati gli stessi dello scorso anno: la pioggia del sabato sera, scelte non pienamente azzeccate delle gomme per l’incognita delle condizioni dei tratti cronometrati nel primo passaggio del secondo giorno di gara, Zannier (su Renault Clio Williams A7) che dà del filo da torcere costringendolo a non dare per scontata la vittoria. L’ingrediente in più è stato l’acquazzone che si è rovesciato improvvisamente sulla PS 1 “Festival di Majano” che ha penalizzato le ultime dieci vetture a partire. Il tempo, infatti, ha tenuto fino a poco prima dello start teorico di De Cecco, che col team aveva optato per gomme FIA dalla mescola morbida. Troppo morbida per consentire a Claudio di puntare ai piani alti della classifica, facendogli chiudere la prova spettacolo col 22° tempo a 5.9 secondi dal primo. La seconda giornata di gara è iniziata all’insegna di una scelta non ottimale delle gomme dovuta alle condizioni incerte dell’asfalto, reso scivoloso dalla pioggia della notte precedente, che ha leggermente rallentato De Cecco sulle prime tre prove. Dopo il 3° tempo sulla “Val Cosa”, il 2° tempo ottenuto nella prova “Monte Cuar” e dopo la vittoria di “Muris”, De Cecco si è assestato al 2° posto assoluto. Un dritto nel secondo passaggio sulla speciale “Val Cosa” ha fatto perdere al pilota alcuni secondi che però non hanno compromesso la posizione, che ha consolidato vincendo la “Monte Cuar” e col 2° tempo a “Muris”. Come lo scorso anno, De Cecco ha aggiunto il suo ingrediente segreto negli ultimi tre passaggi, il gusto amaro del secondo posto non lo avrebbe soddisfatto. Ha così vinto le ultime due prove, infrangendo inoltre il record della prova “Muris” con uno strabiliante 3.46.8, di ben 4 secondi inferiore al vecchio record detenuto da Vinicio Toffoli ottenuto nel 2012 con la Peugeot 207 S2000 del team Friulmotor. Per la quarta volta De Cecco figura nell’albo d’oro del Rally di Majano, dopo le vittorie del 2011 e 2013 a bordo della Peugeot 207 S2000 e quella del 2014 su Ford Fiesta Rs RRC. La Citroen Ds3 R5, ultima arrivata a casa Friulmotor, ha inanellato il suo  sesto podio consecutivo su 6 gare disputate (3 vittorie assolute e 3 secondi posti), anche questa volta senza accusare il benché minimo problema meccanico, a confermare la professionalità e la qualità del lavoro che il team porta avanti sulla vettura.

Ottimo esordio per Mattia Sivilotti, perfettamente supportato dall’esperienza del navigatore Giuliano Coletti e assecondato dalla Peugeot 208 R2B che non ha dato altri pensieri al giovane pilota se non quello di concentrarsi sui primi km di gara della vita. Dopo aver staccato il 1° tempo di gruppo e di classe nella prova spettacolo di sabato sera, Sivilotti ha affrontato la “vera” gara con grande maturità, abbassando sensibilmente i tempi di passaggio in passaggio. A partire dalla  prima prova della giornata “Val Cosa”, affrontata con la giusta dose di prudenza che l’ha fatto scendere al 5° posto di classe, Mattia ha costantemente migliorato il feeling con la Peugeot 208, affidandosi ai consigli di Coletti e del supporto tecnico del team, assestandosi subito al 4° posto di classe fino alla sesta prova. Dopo la settima speciale ha conquistato il terzo gradino del podio, che ha difeso fino alla fine ottenendo anche il primo tempo sull’ultima speciale. Grande soddisfazione per Mattia Sivilotti che ha saputo trasformare l’emozione e l’entusiasmo della prima volta (con “l’aggravante” che si trattava della gara di casa) in un ottimo 3° posto di classe, 5° di gruppo e 23° assoluto.

Reduce da questo successo, il team Friulmotor è al lavoro sulla Citroen Ds3 R5 per garantirne la performatività al Ronde AC Brescia cui parteciperanno con Ermanno Dionisio questo fine settimana.