UN MESE DI STOP PER CLAUDIO DE CECCO

I fortissimi dolori e la fatica a respirare si erano evidenziati molto già dal Rally di S.Martino di Castrozza dove anche un leone come lui doveva ammettere che non ce la faceva e stringendo i denti arrivava al traguardo comunque, conquistando pure l’accesso alle Finali di Coppa Italia. Il giorno successivo sembrava avergli dato una leggera tregua e lui battagliero come sempre pensava già al Rally di Majano la gara di casa che lo avrebbe visto tra i probabili vincitori; ma il lunedì le sue condizioni si sono improvvisamente aggravate a tal punto da richiedere un ricovero d’urgenza. La diagnosi parlava chiaro:  polmone  collassato. Immediato perciò il trasporto verso un ospedale più attrezzato ed il conseguente intervento chirurgico che ha scongiurato ogni ulteriore complicazione e rasserenando quindi  gli animi di chi ha seguito da vicino questa sfortunata vicenda. Claudio  quindi dovrà trascorrere circa un mese in assoluto risposo per poter poi decidere quando riprendere l’attività agonistica. “Se fosse per lui già venerdì sarebbe al via delle ricognizioni del Majano”… dicono i figli, e c’è chi dice di averlo sentito in corsia  parlare con un medico dicendo: “ ma se ho corso il Rally di  S.Martino di Castrozza con un polmone solo ed era lungo 120 Km, vuole che non ce la faccia a fare il Majano che è lungo la metà e con quasi due polmoni?…”.  Questo la dice lunga sull’umore di De Cecco e la sua voglia di tornare al più presto in gara, ma gli ordini impartiti dai medici sono tassativi.
Tutto il team Friulmotor assieme ai tifosi augurano a Claudio De Cecco un pronto e vincente rientro.