UN GUASTO AL MOTORE FERMA DE CECCO A CECCANO. ALLA RONDE DELLE MARCHE BRESOLIN SUL PODIO

309627_2552495382167_1547374710_32628432_677862593_nAl Rally Città di Ceccano 2011 finale unica di Coppa Italia Rally, Claudio De Cecco a bordo della Peugeot 207 S2000 gommata Pirelli partiva per difendere il titolo che si era aggiudicato nelle ultime due edizioni. Partire da favorito d’obbligo, anche per un esperto campione come lui non era cosa facile, anche perché la Coppa Italia da quest’anno veniva assegnata in una sola finale e non erano ammessi passi falsi. La gara si sviluppava su di un percorso decisamente selettivo che ha mietuto da subito diverse vittime anche tra i piloti più accreditati. De Cecco partiva prudente e guardingo per prendere le misure con i suoi avversari e con il difficile percorso, assestandosi tra i primi sei della classifica assoluta cercando di non commettere errori vista anche la lunghezza della gara che sicuramente gli avrebbe dato margini di recupero sul distacco accumulato nelle prime prove speciali. Purtroppo, quando le sue prestazioni stavano migliorando, un problema al motore, che per l’occasione era appena giunto nuovo dalla Francia, lo costringeva ad un ritiro preventivo sulla terza prova speciale al fine di non creare danni ancora più gravi. Amarezza quindi per De Cecco ed il suo navigatore Barigelli che impotenti dovevano alzare bandiera bianca e dire addio alle loro ambizioni troppo presto. Unica nota positiva di questo rally veniva da Marco De Cecco, figlio di Claudio, in gara con la Peugeot 206 Rc N3 navigato da Eneo Giatti, che giungeva al traguardo in buona posizione tra i pochissimi piloti rimasti ancora in gara. A confermare la difficoltà del tracciato vi è il massiccio numero di ritiri che è stato superiore al cinquanta percento dei partenti. Gara quindi da incorniciare per De Cecco Junior giunto diciottesimo assoluto e quarto di classe N3.

-bresolin-polletNello stesso week end, ottimo debutto sulla Peugeot 206 WRC per Edoardo Bresolin alla Ronde Balcone delle Marche valida per trofeo Ronde Race Day. Il giovanissimo e promettente pilota da Bassano del Grappa, al via per la prima volta sulla World Rally Car Francese gestita da Friulmotor ed equipaggiata con pneumatici Pirelli, si è subito messo in evidenza tra i più esperti driver presenti iniziando fin dalla prima prova speciale a staccare tempi eccellenti. La sua gara proseguiva sempre al vertice della classifica assoluta ben coadiuvato dall’esperto navigatore Rudy Pollet, terminando il rally in terza posizione assoluta a soli otto decimi di secondo dalla piazza d’onore. Dopo questa esaltante prestazione Bresolin e Friulmotor proseguiranno la collaborazione per le restanti gare del trofeo, che lo vedranno di diritto tra i protagonisti assoluti.