TURK 2° A VELENJE, ANCORA IN VETTA AL CAMPIONATO SLOVENO. BENE CORTINOVIS NEL CITROEN RACING TROPHY

vel5-gio_3989Terzo impegno stagionale per Friulmotor nelle vesti della Peugeot Sport Slovenia al Rally Velenje. Il forte pilota Rok Turk a bordo della Peugeot 207 S2000 gommata Pirelli partiva col numero uno sulle fiancate a testimoniare la sua leadership nella classifica di campionato, pronto a sfidare i diversi piloti a bordo delle vetture di N4 ma soprattutto l’altra S2000, quella dell’italiano Piero Longhi, diventato ormai presenza fissa in terra slovena.
La gara di Turk e del suo co-pilota Enej Loznar iniziava con una ottima prestazione sulla prima prova speciale lunga venti chilometri, che andavano a vincere con un distacco di ben undici secondi su Longhi. Perdendo leggermente alcuni secondi nelle speciali successive, Turk si avviava verso l’inizio della seconda sezione di gara in testa alla classifica generale ma commettendo un errore di scelta degli pneumatici, optando per una mescola troppo dura rispetto ad un fondo poco abrasivo ed alla pioggia che a tratti si avvicinava la percorso di gara, scendeva al secondo posto in classifica. Le ultime prove condotte tutte all’attacco, hanno portato a tempi molto buoni e vicini al leader Piero Longhi, sufficienti a mantenere stabile la seconda piazza e a staccare addirittura di alcuni minuti gli inseguitori. Con questo ottimo risultato Turk e Loznar riamangono saldamente in testa al Campionato Sloveno Rally Piloti, confermando le ottime prestazioni della Peugeot 207 S2000 e l’eccellente supporto fornito da Friulmotor.

Debutto per Andrea Cortinovis nel Citroen Racing Trophy al Rally della Lanterna disputatosi a Genova. Il portacolori di Friulmotor a bordo della performante Citroen DS3 si è confrontato con un gruppo di partecipanti al trofeo molto agguerrito, sfidando piloti molto esperti e veloci, alcuni di loro considerati dei “veterani” specialisti dei trofei monomarca. Cortinovis, navigato da Davide Benigno, ha potuto saggiare fin dai primi chilometri la bontà della sua Citroen DS3 che lo ha portato a vincere la prima prova in programma, la “Superspeciale” del palasport.
Nei successivi tratti cronometrati, l’esperienza dei veterani si è fatta valere, ma lui ha saputo tenere comunque un passo adeguato per il raggiungimento del podio. Di fatti la sua posizione in classifica di trofeo ha gravitato costantemente attorno alla terza posizione, se non fosse per un testacoda sul finale e un inconveniente mentre sostituiva col suo navigatore una ruota, che gli facevano perdere diversi secondi e di conseguenza scendere al quarto posto che pur sapendo di amaro è comunque un ottimo risultato, considerando anche il primo posto raggiunto tra i piloti Under 28.