TRENTIN VINCE A MAN BASSA LA RONDE PREALPI MASTER SHOW, KOŚCIUSZKO TERZO A VARSAVIA

trentin_nVittoria nettissima di Mauro Trentin ed Alice De Marco al Prealpi Master Show, la seguitissima ronde su terra disputatasi a Sernaglia della Battaglia dove debuttavano con la performante Ford Focus WRC ’06 di Friulmotor gommata Pirelli. Il campione Italiano Rally su Terra 2012 per la gara di casa ha deciso di fare un salto di qualità e salire sulla WRC del team friulano assai diversa e più sofisticata della S2000 con cui ha corso le ultime stagioni. Ma già dallo shake down si è capito che il feeling tra Trentin e La Focus era già ottimale e la conferma è arrivata dalla prima prova speciale dove si imponeva distaccando con un buon margine gli avversari. Col passare dei chilometri di gara Trentin si confermava sempre più veloce, non lasciando nulla agli inseguitori proseguendo la gara in vetta alla classifica facendo suoi tutti i tratti cronometrati ed arrivando da trionfatore al traguardo di Sernaglia applaudito dal folto pubblico che lo aveva tifato sul tracciato di gara ma soprattutto dal personale del Team Friulmotor che con molta attenzione avevano seguito e preparato il debutto di Trentin sulla Focus WRC.

barborka_nMolto seguita e combattuta è stata pure la gara svoltasi in Polonia nel centro della capitale Varsavia. A portare in alto i colori di Friulmotor ci ha pensato l’idolo locale, il pilota Michał Kościuszko con la Ford Focus WRC ’08 al via della cinquantesima edizione del Raid Barborka, l’evento sportivo di fine stagione più seguito in Polonia, con tanto di diretta televisiva e decine di migliaia di spettatori a seguire i piloti sulle prove speciali. Il driver Polacco seguito in gara anche da Claudio De Cecco in persona, partiva come uno dei favoriti per la vittoria e sulla carta aveva tutte le chanche per poter raggiungere questo ambito risultato potendo disporre della Focus WRC evoluzione 2008 in configurazione asfalto e gommata Pirelli, una vettura vincente, come del resto il team Friulmotor la cui professionalità è ormai riconosciuta in tutta Europa. Se non fosse per un errore di scelta degli pneumatici da parte del pilota prima della partenza della gara, optando per gomme intermedie quando ormai l’asfalto si stava asciugando, la vittoria poteva essere raggiunta ed inutile è stato il cercare di recuperare secondi nella parte finale di gara, nonostante una vittoria di prova speciale. Resta comunque ottimo il terzo posto finale raggiunto da Michał Kościuszko e dal suo navigatore Maciej Szczepaniak lasciandosi alle spalle un nutrito gruppo di piloti al via con le World Rally Car. Più sfortunata invece è stata partecipazione alla prova spettacolo del pomeriggio svoltasi dopo l’arrivo della gara, in una vera e propria arena disposta nel centro dei Varsavia con un pubblico pagante di migliaia di persone. Kościuszko non faceva nemmeno in tempo a fare qualche centinaia di metri che andava ad urtare contro un marciapiede con un cerchio, dovendo terminare la prova a passo d’uomo, gettando purtroppo alle ortiche un’ottima occasione per dare spettacolo.