OTTIMO DEBUTTO DI FRIULMOTOR AL RALLY DI FINLANDIA WRC

imageedo-finland

E’ stata una settimana molto intensa quella appena trascorsa dal team manzanese che si presentava al via del Neste Rally in Finlandia, gara valida per campionato del mondo rally, con due vetture, la Ford Fiesta in versione RRC per Edoardo Bresolin e Rudy Pollet e la Citroen DS3 R3T per Max Settembrini e Corrado Bonato. L’ormai mitico rally finlandese passato alla storia come il “Mille Laghi”, si articolava in tre giorni di gara con ben trecento chilometri di prove speciali su strade sterrate velocissime, caratterizzate dalla presenza di centinaia di dossi. Gara quindi difficilissima che metteva a dura prova i piloti e le vetture che dovevano resistere alle più elevate sollecitazioni meccaniche. Nel primo giorno di gara si metteva subito in evidenza il giovanissimo Bresolin che pur con una scelta di assetto non ottimale faceva un ottimo debutto rispetto ai fuoriclasse internazionali della categoria S2000 nella quale era iscritto, mentre Max Settembrini terminava la prima tappa, breve ma assai insidiosa, senza particolari problemi con la DS3 che marciava in maniera impeccabile.
Nella seconda giornata di gara dove il gioco si faceva sempre più duro, con le prove che iniziavano ad essere via via più lunghe e difficili, Bresolin iniziava a stupire con le sue prestazioni di altissimo livello, accorciando in maniera costante il distacco al chilometro nei confronti del primo di categoria e ben figurando anche nella classifica generale nella quale erano presenti i migliori piloti al mondo; sfortunatamente in un dosso affrontato a velocità elevata, il pilota bassanese compiendo un vero e proprio volo di diversi metri, atterrava duro compromettendo non solo l’assetto della Fiesta ma danneggiando anche la scatola di sterzo, dovendo quindi alzare il piede in alcune prove speciali per poter arrivare al parco assistenza e ricevere assistenza tecnica dai meccanici di Friulmotor che lavorando in maniera eccellente e riparavano la vettura nei pochi minuti imposti dalla tabella di marcia, permettendo all’equipaggio di terminare su ritmi elevati la seconda tappa che li vedeva di poco fuori dai primi venti assoluti. Per Settembrini la tappa terminava regolarmente ma dichiarandosi non molto a suo agio su quelle prove che non si adattavano all’assetto scelto in precedenza.
L’ultimo ed intenso giorno di gara vedeva di nuovo Bresolin protagonista di prestazioni che lo ponevano all’attenzione generale per come si fosse adattato alla particolare guida da adottare per questo tipo di gara, classificata tra le più difficili al mondo. Edo strabiliava tutti per i distacchi che si dimezzavano rispetto alle giornate precedenti, facendo un’ottima figura anche sulla mitica prova di Ounipohja lunga trentarè chilometri e trasmessa in diretta tv, che fungeva da preludio all’ottimo ventesimo posto assoluto, terminando una gara massacrante che ha visto molti big fermarsi per rotture meccaniche e incidenti ma dove l’equipaggio di Friulmotor ha visto l’arrivo senza neppure un guasto meccanico, come anche Settembrini che portava al traguardo la DS3 gommata Pirelli, il quale nelle prove dell’ ultima tappa migliorava notevolmente le sue prestazioni grazie anche al diverso set-up impostatogli dai tecnici del team friulano, terminando le sue fatiche sul palco di Jyvaskyla in quarantacinquesima posizione assoluta.

Il rally di Finlandia è stato per Friulmotor il più difficile mai affrontato fino ad ora sia per la distanza geografica che per le relative problematiche logistiche ed anche per le mille difficoltà che presentava il percorso di gara. La classifica finale rende merito al team di Claudio De Cecco che presente sul campo gara, ha visto arrivare intatte ed in buona posizione entrambe le due vetture, a conferma ulteriore dell’ottima preparazione e professionalità della sua squadra.