MISSIONE COMPIUTA AL MONZA RALLY SHOW! – A VERONA SMIDERLE SECONDO DI COPPA ITALIA

settembriniImportanti concomitanze per Friulmotor nello scorso weekend, con due appuntamenti importantissimi per il rallismo italiano che il team manzanese come ogni anno non si è lasciato sfuggire. Da un lato l’attesissima kermesse monzese di fine anno dove nell’autodromo più famoso d’Italia si sfidano rallisti e pistaioli più o meno famosi in un grande show per migliaia di spettatori, dall’altro lato l’attesissima finale di Coppa Italia Rally, unica occasione per i piloti con il punteggio acquisito durante l’anno per aggiudicarsi questo importante titolo.
Al Rally Monza Show Friulmotor ritrovava il pilota Max Settembrini dopo la positiva trasferta mondiale in Finlandia ad agosto. Settembrini navigato da Diego Porzio, in questa occasione lasciava la Citroen DS3 R3T che sulla terra del mitico “Rally Mille Laghi” lo aveva portato agevolmente al traguardo, per salire sulla più performante Ford Focus WRC ’08 in configurazione asfalto. DS3 che invece è andata nelle mani del driver veneto Davide Perin, assieme al navigatore Andrea Salvador, al debutto con il team Friulmotor. Alla gara monzese dove si pensa più a fare spettacolo che guardare le classifiche, i driver del team Friulmotor non si sono di certo risparmiati e a suon di passaggi da brivido e in traversate, a tutto beneficio del foltissimo pubblico, hanno entrambi compiuto la loro missione, terminare la gara senza danni ePodio soprattutto farsi notare ed apprezzare dal pubblico . Per Perin addirittura la classifica finale ha riservato un ottimo podio di classe R3T. L’arrivo al traguardo dopo tre giorni di gara di entrambi i piloti del team di Claudio De Cecco è motivo di soddisfazione soprattutto per la confermata affidabilità delle vetture, gommate da Pirelli, che non hanno avuto alcun minimo inconveniente tecnico e soddisfatto a pieno i due equipaggi in gara.
Soddisfazione a metà invece per Andrea Smiderle ed il suo codriver Gianni Marchi, nell’affascinante scenario veronese, dove partiva tra i favoriti di questa Finale di Coppa Italia Rally. Finale che notava per la prima volta l’assenza tra i concorrenti di Claudio De Cecco, per ben due volte vincitore assoluto, che però in questa edizione era presente come team manager di Smiderle per dargli il massimo supporto in vista di quello che poteva essere un papabile successo. Le cose per Smiderle si erano messe subito bene, vincendo le prime due prove speciali con la velocissima Peugeot 207 S2000 gommata Pirelli. Ma purtroppo sul quarto tratto cronometrato quando era in seconda posizione assoluta a pochi secondi dal leader, un errore lo portava ad in traversarsi dove la strada era molto stretta obbligandolo di conseguenza ad effettuare diverse manovre per riprendere la prova speciale. Questo problema gli causava un ritardo di circa cinquanta secondi, un gap eccessivo per poter sperare nel colpaccio. Smiderle comunque per nulla demoralizzato durante tutta la restante parte di gara si esprimeva con continui acuti e vittorie di prova recuperando sino ad un ottimo terzo posto finale. Salire sul podio della finale di Coppa Italia è stato emozionante sia per lui che per Friulmotor, pur con un pizzico di delusione, ma con la consapevolezza di aver disputato un a stagione ricca di soddisfazioni e di vittorie concludendo questo importantissimo rally comunque vice campione di Coppa Italia.