FRIULMOTOR BENE CON TURK E PASUTTI AL RALLY VELENJE, POCA FORTUNA PER CORTINOVIS AL PREALPI OROBICHE

TURK--velenje_0072911_oGrande gara per Rok Turk al Rally Velenje che alla sua seconda apparizione con la nuovissima Peugeot 208 R2 ha saputo tenere testa ad avversari con vetture di categorie superiori. Il driver sloveno, navigato dal fido Enej Loznar, ha molto impressionato nella prima metà della gara nella quale aveva anche raggiunto la zona podio con prestazioni di altissimo livello, cedendo un po’ il passo successivamente ma conquistando un’ottima quinta piazza assoluta che gli permette di prendere punti preziosi per il Campionato Sloveno. Gara da incorniciare anche per Paolo Pasutti navigato da Jean Campeis al via della gara slovena con la Porsche 911 iscritta tra le vetture storiche della Mitropa Rally Cup. Dopo una giornata all’insegna della guida spettacolare e con prestazioni molto vicine a quelle delle vetture moderne, Pasutti ha portato a casa un altro centro, vincendo la graduatoria assoluta nonché la classifica della Mitropa Rally Cup che dopo questo successo e quello del recente Rally Saturnus li vede saldamente al comando della classifica a punti di campionato.

Se al Velnje Friulmotor ha gioito, al Rally Prealpi Orobiche ha invece patito un ritiro molto amaro. Alla gara bergamasca valida per l’IR Cup, il team manzanese era presente con la Ford Focus WRC ’08 gommata Pirelli affidata al forte driver locale Andrea Cortinovis navigato da Benigno. La gara di Cortinovis era partita alla grande con il primo tempo assoluto segnato sulla prima speciale svoltasi nell’autodromo di Franciacorta, proseguendo con ottimi tempi sulle due successive prove, pur lamentando qualche piccolo problema al turbo, ma posizionandosi comunque al secondo posto assoluto. Quando la sua rincorsa per una possibile vittoria assoluta sembrava anche possibile, un errore del pilota causava una rovinosa uscita di strada senza danni per l’equipaggio, ma causandone il ritiro definitivo dalla gara. Molto rammarico quindi per questa battuta d’arresto, soprattutto pensando alla posizione in classifica occupata da Cortinovis al momento dell’incidente, ma si sa che i rally purtroppo sono fatti anche di questo.