DE LUNA TRA LE STELLE DELL’AZZANORALLY, DEBUTTO DI CESCUTTI SULLA 207 A CARPINETI

-azza_2183Al Rally di Azzano valido per il TRT un eccellente Andrea De Luna navigato da Marika Rossetto ha compiuto una gara memorabile, prendendo il via con la Peugeot 207 S2000 di Friulmotor, vettura che aveva già testato con buoni riscontri nell’edizione dell’anno scorso. Alla partenza della gara pordenonese tutta su sterrato, c’erano i migliori interpreti internazionali e nazionali di questo tipo di fondo, un paio a bordo di vetture ufficiali.
De Luna pilota molto veloce sulle vetture a due ruote motrici, pagava sulla carta un gap di esperienza sul tipo vettura, la S2000, assai diversa da quelle che di solito utilizza. Ma ben presto i cronometri hanno smentito tutto questo, con De Luna e Rossetto che siglavano tempi da assoluto, trovandosi da subito a ridosso del podio con la perfetta Peugeot 207 di Friulmotor gommata Pirelli che gli permetteva anche di osare e cercare pure lo “scratch” di prova, mancato solamente per alcuni piccoli errori che gli hanno fatto perdere dei secondi, ma che non inficiavano nel complesso la sua gara.
La cavalcata del pilota di Friulmotor si concludeva quindi sul terzo gradino del podio preceduto solamente dai due piloti ufficiali Mikkelsen e Rossetti, veri professionisti del volante, fatto che aggiunge un notevole valore al risultato ottenuto.

cescuttiNello stesso week end del rally di Azzano c’è stato il debutto per Nicola Cescutti sulla Peugeot 207 sugli asfalti del Rally di Carpineti in Emilia Romagna. Il pilota carnico con alle notte Giulio Calligaro dopo alcune stagioni passate al volante delle Mitsubishi di N4 ha assaggiato le performances della S2000 di Friulmotor su di un percorso difficile disputatosi per metà al buio. Cescutti ha cercato di partire cauto e con l’intento di fare esperienza in vista dei prossimi impegni sempre con la 207 di Friulmotor, ma nonostante l’andatura prudente si trovava subito nei primi otto assoluti, posizione che manteneva per gran parte della gara pur lamentando dei problemi all’interfono del proprio casco che lo assillavano poi fino al traguardo. Il suo debutto sulla S2000 di De Cecco è stato più che positivo quindi, e solo alcune divagazioni sulla penultima prova speciale gli facevano perdere tre posizioni determinando con un po’ di rammarico l’uscita dalla “top ten”.