DE CECCO VICINISSIMO ALLA VITTORIA AL RALLY BENACUS, TRAVAGLIA RALLENTATO DA UNA FORATURA AL RALLY DI S.MARINO

Doppio appuntamento per Friulmotor con Renato Travaglia e Claudio De Cecco impegnati in due diversi rally. Il pilota trentino impegnato nella difficile rincorsa al campionato Italiano assoluto partiva al via del Rally di S.Marino per riscattare l’amaro ritiro patito al Rally del Salento e cercare di incamerare più punti possibili su di un terreno, quello sterrato, a lui meno congeniale. De Cecco schierato con l’altra Peugeot 207 S2000 al Benacus Rally cercava un piazzamento di rilievo che gli permettesse di rimanere in lizza per la qualificazione alle finali di Coppa Italia Rally, pure lui dopo un Rally del Salento da dimenticare che lo vedeva dare forfait per malessere dopo una sola Ps. La gara di Travaglia, con il fido Granai alle note, partiva con dei piazzamenti non all’altezza delle aspettative ma spesso alternati da tempi parziali a stretto contatto con i migliori in classifica generale e nonostante non si dichiarasse pienamente soddisfatto della propria condotta di gara, alla fine della prima giornata di gara occupava la sesta posizione con un distacco che gli permetteva di sperare ancora in un podio.
La seconda giornata per il pilota della Peugeot 207 by Friulmotor veniva improntata su di un cambiamento di ritmo che faceva ben sperare in una sua scalata alla classifica generale, ma ancora una volta una foratura gli faceva perdere oltre due minuti mettendo fine ad ogni sua velleità. Non male comunque il sesto posto finale tra i piloti iscritti al Campionato Italiano ma molto amaro in bocca per lui e tutta la squadra.

Altra musica invece giunge da Verona dove un De Cecco in perfetta forma sfidava nella notte una nutrita schiera di pretendenti alla vittoria del Rally Benacus valido per il Challenge di quarta zona. Il pilota di Manzano navigato da Alberto Barigelli ha letteralmente lottato con il coltello tra i denti contro i migliori piloti di zona più agguerriti che mai nelle veloci strade di Caprino Veronese, pronti a rischiare il tutto e per tutto per portarsi a casa il trofeo del primo assoluto.
Dopo una strenue lotta durata oltre l’alba dove le posizioni del podio cambiavano di prova in prova e dove a regnare fino all’ultimo tratto cronometrato era l’incertezza, De Cecco e Barigelli sulla perfetta Peugeot 207 S2000 agguantavano un ottimo secondo posto assoluto a soli un secondo e sette decimi dal vincitore Arbetti, consapevoli che forse il distacco patito nelle primissime prove sia stato duro da recuperare in una gara molto tirata e combattuta come lo è stata questa. Il patron di Friulmotor si è dichiarato estremamente soddisfatto del secondo posto conquistato al Benacus che gli ha permesso di ottenere altri punti in classifica di zona, importantissimi per la qualificazione alle finali di Coppa Italia Rally.