BRESOLIN IN EVIDENZA TRA I BIG DEL MONDIALE IN PORTOGALLO, BENE CLOCCHIATTI AL 1000 MIGLIA

I68521_543709885652391_276230289_nn occasione del Rally di Portogallo Friulmotor è rientrata nel Campionato del Mondo Rally dopo le due ottime esperienze di Finlandia e Galles nel 2012. Anche in questo importante evento a pilotare la Ford Fiesta RRC iscritta quest’anno al campionato WRC2, c’era Edoardo Bresolin affiancato da Rudy Pollet e assistita dal team manzanese.
L’importanza e la popolarità di questo rally ha di fatto riempito non solo le prove speciali e i parchi assistenza da un numerosissimo pubblico, ma anche popolato un elenco iscritti molto prestigioso dove il giovane Bresolin si trovava ai nastri di partenza a lottare contro ben diciotto avversari di categoria tra i quali anche l’ex pilota di Formula Uno Robert Kubica ormai diventato uno star anche nel mondo dei rally. Bresolin partiva subito con il coltello tra i denti e sfoderava tempi che la dicevano lunga su come sarebbe progredita la sua gara.
Infatti già dopo poche prove speciali si classificava in zona podio, battagliando strenuamente ed in maniera spettacolare addirittura per contendersi la seconda posizione di WRC2. Sfortunatamente un toccata al posteriore gli precludeva la possibilità di terminare la seconda tappa con la conseguente possibilità di ripartire per la tappa successiva ma con una notevole penalizzazione in classifica. Per poter permettere al driver di Bassano del Grappa di riprendere la gara come da regolamento, lo staff di Friulmotor ha lavorato duramente fino a tarda notte riuscendo con molta professionalità a ripristinare tutte le parti danneggiate, nel tempo concesso dalle norme regolamentari del WRC, e consegnare la vettura pronta ed efficiente per il giorno successivo, dove Bresolin ha nuovamente ben figurato risalendo in classifica fino al ventitreesimo posto assoluto e settimo del WRC2, nonostante che nella prova speciale tredici fosse incappato in una foratura costatagli altri cinque minuti.
Gara quindi dai risvolti un po’ amari ma nel complesso, viste le prestazioni in prova speciale, molto galvanizzante per i piloti ed il team Friulmotor che guardano con molta fiducia verso i prossimi appuntamenti mondiali in programma.

149452_10151433229678952_370170109_nBuona anche la prestazione di Pietro Clocchiatti al secondo appuntamento del Campionato Italiano Rally 2013, il Rally 1000 Miglia. Il pilota friulano, dopo la bella gara disputata alla Ronde del Grifo, si è presentato al via della gara bresciana affiancato da Maurizio Barone, pilotando nuovamente la performante Citroen DS3 R3T gommata Pirelli di Friulmotor. L’obiettivo per Clocchiatti era confrontarsi con i migliori piloti nazionali, in un campionato molto professionale e combattuto come appunto quello italiano. La sua strategia di gara era comunque improntata sul fatto di accumulare esperienza e migliorarsi passo dopo passo. Infatti, dopo un avvio prudente Clocchiatti saputo difendersi, e mantenere un buon ritmo che gli ha permesso di giungere al traguardo senza particolari problemi proseguendo il suo apprendistato positivamente sulla impeccabile Citroen DS3 R3T by Friulmotor.