BRESOLIN E POLLET SUL PODIO A VOLTERRA CONQUISTANO IL RACEDAY RONDE TERRA,TURK SFORTUNATO A CERKNICA

bresolin-liburNell’ultimo appuntamento dell’avvincente RaceDay Ronde Terra svoltosi sugli sterrati vicino alla città di Volterra l’equipaggio composto da Edoardo Bresolin e Rudy Pollet su Peugeot 206 WRC, partendo da leader di classifica generale non doveva commettere passi falsi e controllare gli avversari più diretti per potersi aggiudicare questo interessante campionato su terra. Al via della gara il Bresolin pur partendo senza sforzare metteva subito tutti in riga, piazzandosi al primo posto assoluto nel primo tratto cronometrato. I presupposti per aggiudicarsi gara e campionato si erano quindi da subito prospettati ma con il passare delle prove speciali pur sfornando tempi di livello assoluto Bresolin e Pollet dovevano per forza di cose condurre con astuzia ed intelligenza la loro gara, dovendo logicamente badare più al risultato di campionato che a quello della singola gara, terminando la ronde sul terzo gradino del podio di Volterra che gli permetteva di vincere il RaceDay Ronde Terra con la performante Peugeot di Friulmotor gommata Pirelli, vettura che nelle mani del giovanissimo pilota bassanese ha potuto ancora una volta esprimere al meglio il suo notevole potenziale. Edoardo Bresolin va così a vincere il suo primo campionato in carriera conducendo ai vertici delle classifiche generali a soli ventun anni di età una vettura impegnativa e veloce come la Peugeot 206 WRC, premessa molto importante in vista dei suoi prossimi ambiziosi impegni agonistici.

Gara sfortunata invece per Rok Turk navigato da Enej Loznar al via con la Citroen DS3 R3T al Rally Cerknica in Slovenia. L’equipaggio di Friulmotor , campione Europeo Rally 2RM in carica, già alla fine della prima prova speciale pagava un gap incolmabile di oltre un minuto e mezzo causato da un difetto al manicotto dell’intercooler che veniva presto risolto in assistenza ma che ormai andava a condizionare irrimediabilmente il resto della gara. A nulla sono valsi due secondi posti assoluti ed una vittoria di prova speciale che fa pensare che avrebbero seriamente potuto puntare a vincere la gara ma la sorte aveva ben presto posto fine alle loro velleità di vittoria relegandoli così al termine del le quattro prove speciali in programma in tredicesima posizione assoluta.