ALL’ALPI STOP PER DE CECCO, BUON DEBUTTO PER CESCUTTI SU FOCUS.IN DANIMARCA MADSEN TERZO

alpi-de_cecco-barigelli

cescutti--giattiAll’immancabile appuntamento con la gara di casa, il Rally del Friuli e delle Alpi Orientali, Friulmotor si presentava per questa edizione valida per Trofeo Rally Asfalto, con due Ford Focus WRC una per il “patron” Claudio De Cecco, assieme a Alberto Barigelli, già vincitore tre volte a Udine, l’altra per Nicola Cescutti navigato da Eneo Giatti al debutto su di una WRC. Anche la piccola Peugeot 106 FN2 di Gabriele Pezzarini in coppia con Stefanutti era della partita in questo Alpi Orientali che inaspettatamente faceva il pieno di iscritti, anche in questa occasione il team era supportato per gli pneumatici da Pirelli. Sulle prime prove speciali, dopo un venerdì piovoso, l’assenza di precipitazioni non bastava per evitare ai concorrenti un tracciato molto viscido e particolarmente insidioso, che mal si adattava a chi come Cescutti pilotava per la prima volta su di una vettura così performante; a differenza di Claudio De Cecco che pur partendo come al solito un po’ in sordina, faceva capire che anche lui poteva giocarsi un posto sul podio. Col susseguirsi delle prove speciali l’asfalto andava via via asciugandosi e la classifica si delineava così più chiaramente con i primi tre gradini del podio rispettivamente occupati Porro e Fontana (Focus WRC) e Rossetti (Skoda), piloti attualmente molto più allenati di De Cecco che occupava comunque un’ottima quarta posizione pronto a dare la zampata per aggiudicarsi il terzo posto; Cescutti migliorava gradualmente le sue prestazioni entrando dapprima nella “top ten” e successivamente risalendo la classifica con prestazioni sempre più convincenti.
Regolare la gara di Pezzarini che procedeva senza problemi sulle lunghe e tortuose prove speciali in programma. Poco prima del via della penultima prova speciale uno sfortunato inconveniente tecnico toglieva a Claudio De Cecco la possibilità di scalzare Rossetti dal podio, alzando bandiera bianca in trasferimento verso il “Trivio” con la sua Ford Focus in panne per una anomalia alla pompa dell’acqua. A tenere alti i colori della Friulmotor ci pensava Cescutti con due ottime prestazioni sul “Trivio” e “Tribil” che gli permettevano di raggiungere il traguardo di Udine in ottima settima posizione assoluta, traguardo raggiunto anche per Pezzarini che terminava agevolmente la lunga gara friulana.

Brian_Madsen_p_grusOltre al Rally delle Alpi Orientali,    Friulmotor era presente pure in una gara di Campionato Rally di Danimarca con il fortissimo campione in carica Brian Madsen coadiuvato da Anja Posorsky. Al Rally Ringkobing DM4 il driver di Friulmotor a bordo della performante Peugeot 207 S2000 gommata Pirelli, come ad ogni gara di campionato se l’è dovuta vedere con i due piloti ufficiali Peugeot DK in una lotta che non dava margini d’errore visto l’elevato ritmo di gara. Così anche in questo rally le prime posizioni di classifica erano separate da esigui distacchi e Madsen pur patendo delle scelte di pneumatici non ottimali, rimaneva in lizza per la vittoria dovendosi però arrendere per una manciata di secondi, giungendo al traguardo in terza posizione di campionato dietro proprio ai due driver ufficiali Peugeot. In questo avvincente campionato Brian Madsen resta ancora in corsa per la vittoria finale e nei prossimi appuntamenti darà ancora il meglio di sé per riconfermarsi campione, conducendo ai massimi livelli l’infallibile Peugeot 207 S2000 di Friulmotor.