ALLA RONDE ALTO FRIULI DE CECCO CENTRA LA 64^ VITTORIA IN CARRIERA, SUL PODIO ANCHE TURK

Dominio assoluto di Claudio De Cecco navigato da Alberto Barigelli alla Ronde Alto Friuli. Il pilota di Manzano a bordo della Peugeot 207 S2000 di Friulmotor gommata Pirelli non ha lasciato che le briciole ai suoi avversari, vincendo senza sforzare troppo il ritmo tutte le prove speciali in programma. Ad impreziosire la sua performance c’era un elenco partenti di ottimo livello con la presenza anche di altri due piloti a bordo di vetture della classe S2000, il campione sloveno rally 2010 Humar su Skoda ed il suo “vice” Rok Turk a bordo dell’altra Peugeot 207 S2000 di Friulmotor . Con il successo ottenuto alla Ronde Alto Friuli 2011 De Cecco, già vincitore di questa gara l’anno scorso assieme a Jean Campeis, incrementa il suo già ricco palmares raggiungendo le sessantaquattro vittorie assolute in carriera, risultato che solo pochissimi piloti di rally in Italia possono vantare.
La gara gemonese, come già detto, vedeva al via anche il pilota Ufficiale di Peugeot Slovenia Rok Turk supportato dal team Friulmotor e navigato da Enej Loznar presente in Friuli per testare il setup della vettura che guiderà al primo appuntamento del Campionato Sloveno 2011 che si disputerà il prossimo week end in Austria al rally Lavantall. Turk senza prendere alcun rischio, pur concentrato sul fatto di provare la macchina senza badare troppo alla classifica, ha occupato per gran parte della gara la seconda posizione assoluta distaccato da un De Cecco in gran forma, ma tenendosi dietro i forti piloti locali molto competitivi sulle strade di casa. Proprio per la voglia di non rischiare e concentratosi esclusivamente sul prendere le giuste misure con la 207 S2000 di Friulmotor, Turk perdeva d’un soffio il secondo posto proprio nell’ultima prova speciale per soli sette decimi di secondo.

Buona anche la prestazione di Venicio Toffoli navigato da Coletti al debutto sulla Citroen DS 3 R3T di Friulmotor in costante recupero dopo un avvio di gara difficile a seguito di un’errata scelta di gomme ma capace di reagire e di trovare presto il giusto feeling con performante Citroen che alla fine lo ha condotto ad un quattordicesimo posto assoluto e primo di classe R3T.
Sfortunata invece la gara di Pezzarini-Spinello a bordo della Peugeot 106 FN2 di Friulmotor, fermi già sulla prima speciale a causa della rottura di un semiasse.