AL RALLY DI MAJANO DE CECCO FA IL BIS, DE SABBATA VELOCISSIMO CON LA CITROEN DS3

majano2013oGrande prestazione del team Friulmotor alla sesta edizione del Rally di Majano, gara valida per il Challenge di quarta e quinta zona. Sotto un sole cocente con temperature elevate che mettevano a dura prova il fisico degli equipaggi, si sono sfidati i migliori piloti della zona, tra i quali spiccava come ovvio favorito Claudio De Cecco a bordo della Peugeot 207 S2000. Per il team manzanese partecipavano anche Matteo De Sabbata coadiuvato da Alan Groppo su Citroen DS3 R3T, al rientro dopo due anni di inattività nei rally, e Gabriele Pezzarini navigato da Perin su Peugeot 106 FN2. Il rally partiva come consuetudine dalla prova speciale “spettacolo” disputatasi il sabato sera dove nel piccolo circuito contornato da centinaia di spettatori, De Cecco siglava il terzo tempo assoluto e De Sabbata si dimostrava molto a suo agio sulla DS3 siglando addirittura il sesto tempo assoluto. Molta sfortuna per Pezzarini che doveva abbandonare subito dopo lo start per la rottura del cambio.

La gara vera e propria partiva la domenica mattina, con le prime tre prove in sequenza caratterizzate da un asfalto a tratti viscido per via di un improvviso acquazzone caduto di primo mattino. De Cecco, coadiuvato da Jean Campeis, affrontava con attenzione i primi tratti cronometrati senza sforzare troppo il ritmo, concludendo il primo terzo di gara in terza posizione con la consapevolezza che la vittoria sarebbe stata a portata di mano ma che per agguantarla avrebbe dovuto metterci molto impegno e concentrazione. Per De Sabbata l’ottimo avvio di gara lo galvanizzava portandolo ad inserirsi nella “top ten” assoluta facendo vedere che ci sapeva veramente fare con l’ottima Citroen DS3.
969040_10200408769328524_1029214452_nDopo il parco assistenza alla ripetizione delle tre prove, la battaglia tra i primi tre della graduatoria assoluta riprendeva con molta decisione, con De Cecco che dopo aver risolto un problema tecnico al freno a mano, iniziava a dire la sua vincendo due speciali ed inserendosi in testa alla classifica generale seguito molto da vicino dai due principali suoi antagonisti, Grudina e Tommasso, mentre de Sabbata usciva di strada ma senza grosse conseguenze per la vettura, perdendo però diversi secondi e scivolando in undicesima posizione. Le ultime tre prove speciali sottolineavano ancora l’incertezza su chi sarebbe stato il vincitore assoluto, ma De Cecco riusciva a imporsi sulla speciale più insidiosa riuscendo a gestire il vantaggio accumulato e giungendo così sul podio di Majano in prima posizione assoluta. Matteo De Sabbata riprendeva coraggio dopo lo spavento preso nell’uscita di strada e si esprimeva ad alti livelli risalendo addirittura in settima posizione assoluta e primo di classe R3T. Dopo la bellissima vittoria di De Cecco e l’ottimo piazzamento di De Sabbata, un’altra nota positiva arriva dalla vittoria nella classe N3 da parte dell’equipaggio formato da Denis Molinari e Stefano Doneddu al via del Majano con la Renault Clio RS assistita tecnicamente dal team Friulmotor.

Sul palco d’arrivo Claudio De Cecco festeggiava la sua seconda vittoria a Majano e la terza su tre partecipazioni nel 2013, e a chi gli chiedeva cosa pensasse delle sue prestazioni in questa edizione della gara di casa dichiarava: “sono molto soddisfatto di questa vittoria, devo ammettere di avere sudato molto, in tutti i sensi , non posso nascondere che forse qualche problema ce l’ho avuto visto che i miei tempi rispetto a quelli dell’anno scorso sono aumentati di un secondo al chilometro, ma non voglio recriminare niente, io ho fatto la mia gara, ho dato il massimo e alla fine ho vinto ed è questo che conta.Voglio pubblicamente ringraziare i miei figli Marco e Mattia, ormai anima portante di Friulmotor , che assieme agli altri tecnici mi hanno supportato al meglio e mi hanno spronato a non mollare contribuendo molto al raggiungimento di questa vittoria. Un plauso va ovviamente al mio navigatore Jean Campeis, validissimo nel suo ruolo, che ha potuto aggiungere al suo nutrito palmares anche questa vittoria a cui lui teneva molto. Per concludere ringrazio la BCF Italia e il sig. Emilio Sangoi che mi ha permesso di essere al via del Majano e spero con questa vittoria di ripagare al meglio la loro fiducia”.