22° RALLY ADRIATICO

RALLY ADRIATICO

Friulmotor era presente al 22° Rally Adriatico, terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally Junior con Giuseppe Testa navigato da Emanuele Inglesi su Peugeot 208 R2B. Il team era impegnato anche nell’ambito del Trofeo Rally Nazionale di 3ª zona con l’equipaggio composto da Claudio De Cecco e Alberto Barigelli a bordo della Peugeot 207 S2000.

Dopo Ciocco e il Sanremo, sugli sterrati molto veloci del Rally Adriatico è continuato l’agguerrito duello tra Testa e il suo diretto avversario nel Campionato Italiano Junior, il pilota ufficiale Peugeot Michele Tassone. Sulla prima prova “Avenale” l’accensione della spia dell’olio ha suggerito al pilota molisano un inizio prudente per non rischiare di compromettere l’esito della gara. Dopo aver appurato che si trattava di un malfunzionamento del sensore e non di un reale problema della 208 R2, Testa ha ripreso un buon ritmo sulla “Avenale 2” e ha chiuso la prima tappa 3° di classe a 9.4 da Alberto Rossi e a 1.2 da Tassone.

La seconda tappa è stata affrontata da Testa con la determinazione di chi vuole ottenere la vittoria, perfettamente assecondato dalla Peugeot 208 R2 del team Friulmotor. Il pilota ha vinto quattro delle nove prove della seconda giornata di gara e ha fatto segnare ottimi tempi riuscendo, dopo la PS 9 “Colli del Verdicchio 3”, ad assumere il controllo della classe. Purtroppo a 7 km dalla fine dell’ultima speciale “Dei Laghi 3” una foratura lo ha fermato, facendogli perdere 20 secondi che hanno fatto sfumare la concreta possibilità di vittoria. Testa ha così concluso il Rally Adriatico 2° di classe R2B, 9° di gruppo e 18° assoluto. Il pilota molisano con questo risultato rimane comunque in lizza per la corsa al titolo italiano Junior a soli 3 punti dall’attuale leader Michele Tassone. Nonostante la fortuna gli abbia voltato le spalle un’altra volta dopo lo stesso problema patito a Sanremo, Giuseppe Testa è già proiettato al Rally Targa Florio, quarto appuntamento del CIR Junior.

Anche Claudio De Cecco torna dal Rally Adriatico con l’amaro in bocca. Il pilota manzanese alla guida della Peugeot 207 S2000 ha vinto quattro delle sette prove previste per i piloti impegnati nel TRN (di cui due sono state annullate), risultato che gli avrebbe permesso di vincere la gara con 1’10 di vantaggio sul secondo classificato. Purtroppo i 2 minuti di penalità imposti a causa di un errore commesso sulla prova “Castel S. Angelo 2” hanno fatto retrocedere l’equipaggio De Cecco – Barigelli alla 2° posizione, cedendo la vittoria a Balletti – Balletti su Mitsubishi Evo VI N4. De Cecco continuerà la corsa al titolo di Coppa Italia con la partecipazione al 30° Rally Bellunese, in programma per il 23 e 24 maggio prossimi.

alt